Miti e leggende

Miti e Leggende

Questa chiave di lettura del territorio permette al visitatore di avvicinarsi al patrimonio immateriale della Costiera Amalfitana. Le storie che hanno animato i secoli scorsi e che sono giunte a noi come prezioso elemento di un popolo sono intimamente legate alla cultura del mare e della terra.

La leggenda del travo di fuoco che scendendo a mare prodigiosamente la notte di S. Giovanni il 24 giugno sottolineava l’inizio della stagione balneare, le doti magiche di alcuni pescatori che venivano messe a servizio della comunità in occasione di formazione di trombe d’aria o d’acqua, gli animali più o meno fantastici che abitano grotte e anfratti sono i racconti che hanno affascinato generazioni di abitanti della Costiera Amalfitana.

Su tutti i racconti quello che più affascina anche il visitatore più distratto è sicuramente quello che narra delle janare, donne con poteri magici che di notte, utilizzando le barche dei pescatori, davano vita alle loro riunioni che si svolgevano in luoghi isolati della Costiera e che si spostavano attraversando il mare in volo sulle barche. Si potrà sempre qualcuno tra gli abitanti più anziani che giurerà di aver assistito ad uno di questi incontri e di avere la prova della veridicità di questo fatto.

La porta del percorso a Conca dei Marini introduce in questo magico che non deluderà chi vorrà seguire il filo conduttore delle leggende.

Il percorso è realizzabile mediante spostamenti con auto propria lungo la strada statale 163 che da Vietri sul Mare raggiunge Positano attraversando i centri di Cetara, Maiori, Minori, Atrani, Amalfi, Conca dei Marini, Furore e Praiano e facendo una deviazione sulla via Nuova Chiunzi che da Maiori porta a Tramonti, Ravello, Scala, ovvero utilizzando i servizi pubblici, con interscambi nelle principali località della Costa. Il percorso si può effettuare anche in modo alternativo utilizzando i servizi di collegamento marittimi, disponibili nel periodo primaverile ed estivo, che però non permettono di raggiungere tutti i comuni coinvolti.

Comuni coinvolti
Beni coinvolti
cetara 004
Cetara

Leggende di Cetara

L’angelo Molti pescatori cetaresi, essendo analfabeti, non davano notizie alle rispettive famiglie su come fosse andata la pesca. La leggenda

Leggi Tutto »
Trombe daria
Leggende

Le trombe d’aria

Quando, soprattutto alla fine dell’estate, uno scontro di masse d’aria con temperature diverse determina uno o più vortici d’aria che

Leggi Tutto »
Condividi contenuto
Translate »