Grotta dei Briganti

PICT0031

La grotta si apre lungo il versante E del vallone nel cui fondovalle scorre un piccolo torrente.
La tradizione la vorrebbe ricovero dei briganti locali, da cui il toponimo. La posizione molto vicina al centro abitato principale e il luogo abbastanza accessibile ricollega il sito ad una fruizione sicuramente in connessione all’allevamento.
Il sito è costituito da una profonda apertura nel banco di concrezione di origine alluvionale con chiusura sull’esterno per mezzo di un muro con apertura centrale come porta. Il muro in opera incerta disordinata ha gli attacchi direttamente alla roccia che affiora ai lati e mostra dei crolli nelle parti alte. Sulla parte terminale di sinistra, in corrispondenza del vano porta si notano chiaramente i segni per l’attacco di un battente in legno, probabilmente in occasione dell’utilizzo dell’antro per ricovero di animali. L’interno della grotta appare completamente sgombro da qualsiasi manufatto e l’unica attività di regolarizzazione è quella che sembra riscontrarsi nella creazione di due incavi nella roccia a livello del terreno, quasi a determinare un piccolo giaciglio e tre basse e profonde  rientranze nella roccia, simili a grotticelle separate.
Si nota nella grotta una grande presenza di acqua derivata dal gocciolio attraverso il soffitto

Tramonti_Grotta_dei_briganti.pdf

Condividi contenuto

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email