Legato al tempo della festa, questo percorso introduce il visitatore alla conoscenza profonda del territorio. La processione in onore di un Santo o della Madonna, o ancora in occasioni importanti dell’anno, ha un valore che coinvolge non solo il sentimento religioso ma anche quello antropologico.

La Costiera Amalfitana in questo senso offre un patrimonio ricchissimo di elementi su cui soffermare la propria attenzione: dalle processioni del Santo protettore del paese che assume il carattere di un vero e proprio tributo di devozione a colui che protegge gli abitanti dai pericoli e che a volte ha delle caratteristiche particolari, come il movimento della statua secondo uno schema prestabilito per cui i portatori del simulacro si muovono a passo di danza, a quelle del Cristo Morto del venerdì Santo, che sono accompagnate dal canto dei “battenti”, cioè degli epigoni degli appartenenti alle confraternite di flagellanti, oppure a quelle che aprono il periodo natalizio e sono legate a figure di santi che sono molto venerati in Costiera, come S. Lucia o S. Barbara, le cui processioni sono accompagnate dal suono delle zampogne. Interessante notare come nei comuni costieri tutte le processioni hanno un momento particolarmente importante nel passaggio vicino al mare o addirittura nell’arrivare alla riva del mare; si chiede così al Santo o alla Vergine la protezione nelle attività quotidiane della pesca.

La porta del percorso posta a Vietri sul Mare apre al visitatore un mondo dove poter conoscere tutti questi aspetti intrecciati tra loro.

Per assistere o partecipare alle processioni occorre recarsi nei diversi comuni della Costiera quando queste vi si svolgono.

Beni coinvolti
Comuni coinvolti
ravello villa rufolo 008

I 15 Comuni

UNESCO AmalfiCoast Scopri i 15 comuni del sito UNESCO Costiera Amalfitana. Amalfi Amalfi si è inserita nei circuiti del viaggio

Leggi Tutto »
Condividi contenuto
Translate »