Cappella S.Maria della Rotonda

COMUNE: Ravello
DENOMINAZIONE: Cappella Santa Maria
DOVE STA: Via della Cappella

DESCRIZIONE:

La cappella, costituita da un ambiente quadrangolare e da una piccola sacrestia, si trova ai confini con Minori e sovrasta la valle del torrente Reghinna Minor. L’ingresso è sormontato da una finestrella mistilinea e da un arco pensile che segue il profilo della volta a botte estradossata, al di sopra della quale si erge un caratteristico campaniletto. L’edificio, dal carattere tipicamente rurale, è documentato sin dal 1249, allorquando venivano specificati i confini di un attiguo oliveto, ed era ormai diruto nel 1607. Nel corso del sec. XVIII dovette subire un consistente rifacimento con il contributo della famiglia Giordano, che iniziò a far celebrare la festa nella seconda domenica dopo Pasqua. L’altare in marmi policromi è sormontato da un dipinto, realizzato nel 1868 dal costaiolo Gaetano Capone, raffigurante la Vergine Maria che allatta il Bambino tra San Pietro e San Sebastiano, alla quale anticamente le donne si rivolgevano per chiedere l’arrivo di un figlio. Un secondo intervento sull’edificio, risalente agli ultimi anni dell’Ottocento, è riconducibile a Carlo de Juliis, il cui nome ricorre su una lastra del pavimento e sui marmi dell’altare, e dovette interessare anche la decorazione pittorica della sacrestia ornata da elementi vegetali policromi. In quell’epoca i fedeli erano soliti radunarsi più volte all’anno per la recita del rosario.

VEDERE, VISITARE, TROVAREAperta durante le celebrazioni ovvero rivolgendosi al parroco.
DATI SULLA FRUIZIONE: Nessuno

OPPORTUNITA’: Si potrebbero presentare le strutture con pannelli esterni, sì da rendere fruibile sempre la chiesa ai visitatori. Simili evidenze, spesso poco note, sarebbero meglio valorizzate da un itinerario di visita (eventualmente guidato) dedicato all’architettura religiosa di Ravello.

BIBLIOGRAFIA: FULCHIGNONI G., Ravello. Le cento chiese, Amalfi 2001
IMPERATO G., Ravello nella storia civile e religiosa,Cava d. T. 1990
MANSI L., Ravello sacra-monumentale, Ravello 1887

Condividi contenuto

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email