Cappella rupestre

Cappella rupestre Tramonti

COMUNE: Tramonti
DENOMINAZIONE: Cappella rupestre di S. Michele Arcangelo
DOVE STA: Gete

DESCRIZIONE: accanto ai resti della Chiesa di S. Angelo, già presente nel 1181 e distrutta da un’alluvione nel 1735, è possibile ammirare la cappella rupestre dedicata a S. Angelo, probabilmente costruita in rapporto ad un precedente luogo di culto pagano (spesso si verifica questa sovrapposizione).
La cappella è a pianta quadrata, divisa in due navate e coperta da volte a crociera a sesto acuto, sorrette da un pilastro e da due colonne. La struttura è absidata ed era decorata da un affresco riproducente la Madonna delle Grazie.
A desta si apre un piccolo vano elicoidale, coperto da una cupola abbellita da ciottoli di fiume che riproducono motivi floreali; al di sopra di questo si apre un altro piccolo vano decorato da motivi stelliformi, riconducibile, secondo gli studiosi, ad un sepolcro.

VEDERE, VISITARE, TROVARE: La cappella è visitabile rivolgendosi al parroco della vicina chiesa di S. Michele Arcangelo ed è ben illustrata da un supporto informativo tradizionale.
DATI SULLA FRUIZIONE: Nessuno
OPPORTUNITA’: Sarebbe interessante costituire un percorso che permetta di visitare tutte le chiese di Tramonti. La cappella potrebbe inoltre acquisire maggiore visibilità se inserita in un percorso tematico dedicato ai siti rupestri della Costa d’Amalfi.

BIBLIOGRAFIA: CAFFARO A., Insediamenti rupestri del Ducato di Amalfi, Salerno 1986
FIERRO S., Tramonti dalle origini, Cava d. T. 1982
CAFFARO A. – GARGANO G. , Costiera Amalfitana, guida storico-artistica, Salerno 1979

Condividi contenuto

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email