Belvedere Principessa di Piemonte

COMUNE: Ravello
DENOMINAZIONE: Belvedere Principessa di Piemonte
DOVE STA: Via S. Giovanni del Toro

DESCRIZIONE: Sul finire del 1932 l’Azienda Autonoma Soggiorno e Turismo di Ravello decise di acquistare e quindi aprire al pubblico, per l’incantevole panorama che offriva, un giardino di proprietà del Duca Confalone. L’anno successivo, l’11 Giugno, la principessa Maria Josè di Savoia, che era a Ravello con lo sposo Umberto per assistere ai primi concerti in Villa Rufolo, inaugurò la terrazza panoramica che la città volle dedicarle. L’omaggio non era stato dettato unicamente da motivi di protocollo o rappresentanza: la Principessa, che a ventisei anni era nel pieno della giovinezza, aveva affascinato l’animo dei Ravellesi che, per la prima volta avevano avuto occasione di incontrare un giovane membro della famiglia reale. L’incontro lasciò il segno nella popolazione che ancora ricorda quella visita, breve ma dai toni fiabeschi.

VEDERE, VISITARE, TROVARE Aperto al pubblico.
DATI SULLA FRUIZIONE: Nessuno


“Il fascino dei Reali”

Sul finire del 1932 l’Azienda Autonoma Soggiorno e Turismo di Ravello decise di acquistare e quindi aprire al pubblico, per l’incantevole panorama che offriva, un giardino di proprietà del Duca Confalone. L’anno successivo, l’11 Giugno, la principessa Maria Josè di Savoia che era a Ravello con lo sposo Umberto per assistere ai primi concerti in Villa Rufolo inaugurò la terrazza panoramica che la Città volle dedicarle. L’omaggio non era stato dettato unicamente da motivi di protocollo o rappresentanza: la Principessa, che a ventisei anni era nel pieno della giovinezza, aveva affascinato l’animo dei Ravellesi che, per la prima volta avevano avuto occasione di incontrare un giovane membro della famiglia reale. L’incontro lasciò il segno nella popolazione che ancora ricorda quella visita, breve ma dai toni fiabeschi.

Condividi contenuto

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email