DSC00005

COMUNE: Scala

DENOMINAZIONE: Bagni arabi.
DOVE STA: Località Pontone e Località S. Caterina

DESCRIZIONE: Di queste costruzioni, appartenenti a dimore di ricche famiglie scalesi, ne sopravvivono due, una in una casa di località Pontone, la cosiddetta casa-torre, l’altra in località S. Caterina (palazzo Trara).
Entrambi i bagni presentano la stessa struttura; sono costituiti, infatti, da piccoli ambienti comunicanti tra loro, con destinazione diversa: uno per il bagno freddo, uno per quello tiepido ed infine l’ultimo per il bagno caldo. Si è conservato meglio l’ultimo ambiente, con copertura a cupola scanalata e vasca centrale a cui si accede attraverso dei gradini.
Interessante risulta il sistema di tubazioni in terracotta, che doveva servire all’abduzione dell’acqua e alla creazione del vapore, sistema di cui è possibile vedere ancora parti ben conservate nell’esemplare esistente a Pontone.

VEDERE, VISITARE, TROVAREDurante la manifestazione annuale “Scala, porte aperte”, tesa a valorizzare il patrimonio monumentale locale, è possibile visitare le due strutture. Altrimenti occorre rivolgersi ai proprietari.
DATI SULLA FRUIZIONE: Nessuno
OPPORTUNITA’: Occorre dare la possibilità ai visitatori di fruire dell’evidenza architettonica anche in occasioni diverse dalle manifestazioni “Scala Porte aperte”, quindi si potrebbero illustrare all’esterno le caratteristiche architettoniche delle strutture (pannelli, plastici ricostruttivi, ecc.). Le evidenze potrebbero inoltre essere contestualizzate e valorizzate all’interno di un percorso di visita dedicato all’archeologia medievale.

BIBLIOGRAFIA: FRANCIOSA N., Scala. Storia, Cultura e Paesaggio, Salerno 2001
VENDITTI A, Scala e i suoi borghi, in Napoli Nobilissima, vol. II, fasc. IV, 1969.

Condividi contenuto

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email