Grotta di Santa Barbara

Grotta S Barbara Furore

COMUNE: Furore
DENOMINAZIONE: Grotta di S. Barbara
DOVE STA: Località S. Barbara

DESCRIZIONE: Poco lontano dal centro abitato, in una cavità naturale fu costruita, in un momento non ben precisabile, ma sicuramente anteriore al 1800, una piccola chiesa, ormai allo stato di quasi totale crollo, preceduta da un atrio a pianta quadrata, sotto il quale fu ricavata una cisterna, dove veniva raccolta anche l’acqua proveniente da una sorgente presente in grotta. La copertura a volta a sesto rialzato del vano d’ingresso (l’unico ancora leggibile architettonicamente) presenta tracce di decorazione pittorica; la struttura è a tre navate, absidata, con chiari interventi strutturali nel XIX secolo (costruzione di un muro davanti alle absidi).
La decorazione pittorica, meglio conservata, presenta una Madonna con Bambino tra due monaci, inserita tra due colonne con capitelli corinzi che sostengono una struttura architettonica a timpano.
A destra dell’entrata un campanile a pianta quadrata completava il complesso religioso.
La grotta sottostante la chiesa contiene resti di pitture non più leggibili, ma forse dovette costituire il primo insediamento cultuale.

VEDERE, VISITARE, TROVARE: Attualmente il sito non è raggiungibile da Furore ma solo da Agerola (NA), attraverso un sentiero poco agevole.
DATI SULLA FRUIZIONE: Nessuno
OPPORTUNITA’: Occorre rendere fruibile il sito attraverso una risistemazione del sentiero. La grotta potrebbe essere contestualizzata e meglio valorizzata tramite rimandi e richiami agli altri luoghi di culto in grotta presenti nella Costa (percorsi tematici e materiale informativo).

BIBLIOGRAFIA: CAFFARO A., Insediamenti rupestri del Ducato di Amalfi, Salerno 1986

Condividi contenuto

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email