Ravello – Cultura

Ravello Cultura

L’immagine che di Ravello il visitatore porta con sè è quella di un centro molto vivace, grazie anche alle numeose manifestazioni artistiche che si svolgono in varie occasioni durante tutto l’anno, nella splendida cornice di Villa Rufolo. Città della musica per eccellenza, grazie alla visita che qui fece nel 1880 Richard Wagner e per ricordare la quale si organizza da più di cinquant’anni un festival di musica classica in estate, che negli ultimi anni si è arricchito anche di performance non musicali, Ravello offre al visitatore le sue bellezze architettoniche che le derivano dal ruolo economico che ebbe durante il Medioevo.

Le dimore dell’antico patriziato che seppe unire l’abilità di “mercatare” con le ricchezze che aveva a disposizione sono autentici gioielli che riproducono nei materiali locali gusti e influenze artistiche d’oltremare.

La piazza principale rappresenta bene il clima culturale dell’epoca normanna, allorquando Ravello, fedele alleata, seppe trasformarsi anche dal punto di vista urbanistico ponendo al centro i tre poteri che costituivano la città: la Cattedrale di S. Maria Assunta, la Curia civile, sede dello stratigoto, e l’hospitium domorum, il palazzo cioè, della famiglia più in vista dal punto di vista economico, i Rufolo.

Condividi contenuto
Translate »