Positano – Percorsi

sentieroDei

La primavera è il momento migliore per scoprire questo luogo lontano dalla folla estiva che invade i piccoli vicoli, che attraverso le ripide scale conducono alle parti più alte del paese e disegnano una topografia caratteristica che ha affascinato i primi viaggiatori giunti in questo semplice borgo di pescatori.

Visitare Positano d’estate, invece, permette di entrare in un’atmosfera fatta di artigianato tipico (la moda Positano e il confezionamento dei sandali), patrimonio naturalistico, architettura.

Il patrimonio monumentale, infatti, presenta una ricchezza che annovera testimonianze di età classica, di archeologia militare e di architettura religiosa con chiese ed edicole votive. Inoltre la presenza di numerose cavità permette di accostarsi, anche se solamente dal punto di vista documentario, alla conoscenza della maggior parte dei siti mentre per altri è possibile pianificarne la visita.

Sicuramente anche l’aspetto naturalistico è ben rappresentato con l’evidenza naturalistica del vallone che precede il centro urbano di Positano e dall’ambiente agricolo intorno alla località Montepertuso, raggiungibile anche attraverso una lunga scala e lungo il Sentiero degli Dei.

Tra queste balze prendono vita i prodotti che costituiscono la base dell’enogastronomia locale. Naturalmente i momenti di festa sia religiosi che tipici per la valorizzazione degli aspetti locali sono il palcoscenico migliore per ascoltare la musica tipica e i racconti legati al paese.

Condividi contenuto
Translate »