Atrani – Percorsi

atrani s. michele3

Visitare Atrani significa immergersi nelle atmosfere ovattate degli antichi borghi marinari e specialmente se si riserva la visita alla stagione invernale, è possibile assistere alle operazioni, quasi riti, che i pescatori fanno sulla spiaggia al ritorno dalla pesca.

Affrontando la salita lungo le varie scale che partono dalla piazza principale è possibile scoprire nuovi angoli quasi nascosti alla vista di chi approccia superficialmente la visita del paese e così, attraverso la topografia e la toponomastica dei tanti vicoletti, tinteggiati rigorosamente di bianco, imbattersi in un’edicola votiva o una chiesa, testimonianza della religiosità degli atranesi ma anche della storia di questo borgo.

Spingendosi fino alle zone più alte, si può godere non solo del panorama sul sottostante paese ma anche imbattersi in insediamenti rupestri, dove la storia si mescola alla leggenda.

Non ci si può astenere dal partecipare alla festa patronale in luglio, quando si fa esperienza dei piatti tipici del luogo, o alla sagra del pesce azzurro, che oltre a valorizzare il prodotto della pesca, propone agli ospiti atranesi le musiche della tradizione. Così anche il periodo natalizio o quello pasquale, nonché altri momenti durante l’anno, permettono di conoscere a fondo l’essenza del borgo e dei suoi abitanti.

Condividi contenuto
Translate »