Gli edifici di pregio

Questo percorso introduce il visitatore ad un aspetto della Costiera poco conosciuto.

Le strutture abitative che costituiscono l’edificato storico, diffuse in tutto il territorio, mostrano caratteri che hanno una loro ragione solo in rapporto al clima o all’economia della zona.

L’utilizzo della volta estradossata soprattutto nell’ambito delle case coloniche, costruite cioè quando i terrazzamenti furono a tal punto lontane dal centro urbano da diventare antieconomico recarsi ogni giorno all’appezzamento di terreno e ritornare la sera nel centro, rivela uno stretto rapporto con la necessità di facilitare la raccolta delle acque meteoriche, che venivano conservate nelle cisterne scavate al di sotto delle case, con la volontà di avere un clima salutare ricorrendo poco al riscaldamento mediante camino (solitamente era quello della cucina posta al piano inferiore) e assicurando la ventilazione della parte esposta del solaio mediante la costruzione di un pergolato al di sopra della volta, adibito alla coltivazione della vite (la vite avendo più foglie in estate costituiva una copertura sotto cui si generava una corrente d’aria).

Un altro elemento importante dell’architettura vernacola è la struttura in pianta di molte case: un cortile centrale a cui si accedeva da un portone a volte anche decorato.

Sul cortile si aprivano numerosi vani che servivano allo stoccaggio delle merci e da esso si accedeva ai piani superiori che erano destinati al proprietario.

La porta del percorso ad Amalfi permette di giungere facilmente a queste testimonianze, per vedere i quali occorre servirsi delle scale che congiungono i terrazzamenti.

Per poter cogliere al meglio questa chiave di lettura del territorio occorre utilizzare le vie gradonate, che sono di servizio ai terrazzamenti agricoli e che rientrano quindi in questo stesso sistema di costruzione del paesaggio. Per Amalfi, interessante risulta Via Maestra dei Villaggi, che conduce dalle località Lone e Pastena fino al centro di Amalfi; per Ravello sia la viabilità pedonale che conduce a Minori, sia quella che dalla zona adiacente Villa Cimbrone arriva in località S. Cosma, permettono di attraversare limoneti con scorci paesaggistici molto suggestivi. A Scala, la strada che da località Minuta porta alla frazione di Pontone possiede le medesime caratteristiche. I terrazzamenti di Tramonti, meno ripidi, sono meglio fruibili passeggiando tra le numerose frazioni che compongono il comune.

Condividi contenuto
Translate »